A lezioni di manganello: la visita in caserma dei bambini di Cremona

Cremona, anno domini 2019. Bambini e bambine di 2° e 5° elementare partecipano ad una gita nella caserma dei Carabinieri, accolti dal comandante della Compagnia di Cremona

A lezioni di manganello: la visita in caserma dei bambini di Cremona

Dalle foto scattate dall’Arma stessa e pubblicate da ‘CremonaOggi’ si intuisce che la campagna per la ‘formazione della cultura della legalità 2018-19′ prevede l’insegnamento del saluto militare, la simulazione di perquisizioni con mani sulla volante e un po’ di sana pratica come aspiranti celerini, con tanto di caschi, scudi e carabinieri che ‘guidano’ il plotone in erba col manganello in pugno (le foto sono all’interno dell’articolo).

A lezioni di manganello: la visita in caserma dei bambini di Cremona

Il sorriso delle insegnanti immortalato durante la messa in scena completa il felice quadretto e restituisce una fotografia della deriva autoritaria di questo paese.
Un pregio dei militari è quello di non badare ai fronzoli e ai merletti liberali con cui si cela e abbellisce l’essenza delle cose: la legge è la cristallizzazione di un rapporto di forza o un tentativo emergenziale di ristabilirne uno che si sta sgretolando, non l’altare a cui ogni cittadino può astrattamente appellarsi per richiedere giustizia e riconoscimento. 
Il manganello è la concretizzazione della loro legge. 

Il Re è nudo, la maschera è calata: il volto che veniva nascosto è quello della barbarie. Cerchiamo collettivamente di invertire la rotta.

da CSA DORDONI

I bambini della scuola 
Trento Trieste in visita 
alla caserma dei Carabinieri

A lezioni di manganello: la visita in caserma dei bambini di Cremona

La mattina di giovedì 9 maggio, i piccoli alunni delle classi 5ª A e 2ª A della scuola primaria Trento e Trieste di Cremona, accompagnati dalle maestre Filippina Bifarella, Carolina Ferrari, Luisa Miglioli e Silvana Loccisano, hanno effettuato una visita alla sede del Comando Provinciale di Cremona, accolti dal Maggiore Rocco Papaleo, Comandante della Compagnia di Cremona.

Gli alunni hanno avuto modo di conoscere i compiti e la struttura dell’Arma dei Carabinieri. Nel corso della visita è stata illustrata la funzionalità dei mezzi in dotazione, di molti strumenti tecnici, nonché la Centrale Operativa, cuore pulsante del Comando Provinciale ed anche la sala “spis” (dove avviene il fotosegnalamento e vengono verificate le impronte digitali).

Una breve e piacevole pausa è stata fatta presso l’ufficio del Comandante della Compagnia, il Magg. Rocco Papaleo, ove lo stesso ha illustrato parte delle sue collezioni private di oggetti di ogni epoca, modellini e soldatini di piombo dei Carabinieri.

Già nel primo mattino, nel cortile esterno della scuola, a pochi passi dalla caserma “Santa Lucia”, tutti gli alunni anche delle altre classi, avevano incontrato i militari della Sezione Radiomobile con il Maresciallo Capo Eugenio Ferro e l’Appuntato scelto Rocco Camasta, impegnati nelle attività di pronto intervento, che hanno mostrato ai bambini una serie di equipaggiamenti in dotazione alle auto, portando sul posto una “gazzella”, facendoli salire a bordo e facendogli provare l’emozione di azionare direttamente le sirene e gli altoparlanti.

L’iniziativa rientra nel contributo dell’Arma nella formazione della cultura della legalità per l’anno scolastico 2018 – 2019. Il Comando Provinciale di Cremona dedica costante attenzione alla diffusione della cultura della legalità, avendo realizzato una rete tangibile tra i cittadini e l’Istituzione. In quest’ambito, oltre ai percorsi didattici sulla legalità, realizzati mediante conferenze ed incontri con gli alunni dei licei e delle scuole medie inferiori della provincia sul tema degli stupefacenti, dell’alcolismo, dello stalking, dei rischi del web e del bullismo, negli ultimi mesi è stato avviato un ciclo di dimostrazioni pratiche e visite al Comando Provinciale.

La finalità del progetto è quella di avvicinare le nuove generazioni all’Istituzione e nell’intento di far comprendere i principi della legalità e del rispetto delle regole, argomento di cui si è parlato, anche se con parole semplici, ai bimbi in visita. Collaborazione tra Arma e scuola “sposata” anche dal Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale Cremona Uno, Dottor Piergiorgio Poli, sempre attento alle problematiche dei giovani studenti.

Nella Sala Briefing della caserma, prima dei i saluti finali, accompagnati da una dolce “merenda”, si è proceduto alla nomina ad honorem di “Carabiniere nel cuore” di tutti gli scolari, successivamente è stato dedicato qualche momento per le tante domande suscitate dalla curiosità dei bambini che si sono dimostrati interessati e divertiti, in particolare quando hanno avuto modo di indossare i giubbotti, i caschi antiproiettile ed il casco e lo scudo, normalmente utilizzati per l’ordine pubblico.

A lezioni di manganello: la visita in caserma dei bambini di Cremona

Tratto da https://www.cremonaoggi.it/2019/05/11/bambini-della-scuola-trento-trieste-visita-alla-caserma-dei-carabinieri/scuola-trento-trieste-cc-dentro11/

Categorie
Condividi:

Commenti

Wordpress (0)