Retata della cinofila al Liceo Lazzaro

Diffondiamo il comunicato pubblicato il 14 febbraio 2019 da Liberi Pensieri Studenteschi, collettivo studentesco di Catania.

Oggi 10 minuti prima della ricreazione, al Lazzaro sono arrivate una volante e un camioncino della cinofila.
Da subito con la collaborazione di alcuni docenti la cinofila ha iniziato a fare due blocchi per tentare di “scovare” erba o simili addosso agli alunni.
Dopodichè sono entrati nelle aule facendo fiutare ai cani e interrompendo le lezioni.
Alla fine di tutto sono stati trovati solo dei trita tabacco, insomma cose che si possono reperire in un qualsiasi tabacchino.
Troviamo assurdo tutto ciò, poichè diciamo e continuiamo a ribadire che lo spaccio non si combatte nelle scuole ma nelle grandi piazze a tutti noi note.
Inoltre vengono spesi 2,5 milioni di euro per finanziare questa operazione “Scuole Sicure”, ma nel frattempo continuano ad aumentare i tagli al mondo dell’istruzione, della sanità, della ricerca, dei trasporti e più in generale tutto il mondo dei servizi pubblici, quelli che realmente servono al nostro paese e che invece bisognerebbe potenziare. Queste, sono delle operazioni utili a mostrare il pugno di ferro e reprimere gli studenti. 
Noi troviamo assurdo il fatto che a scuola crollino i tetti e i calcinacci, non il fatto che dei ragazzi si fumino una sigaretta!

#LeVereScuoleSicureNonCadonoAPezzi #NoDecretoSalvini

Categorie
TAGS
Condividi: